Jody Scheckter


Jody David Scheckter campione nel 1979


Jody Scheckter

Nato in East London Sudafrica, il 29 di gennaio di 1950 è un ex pilota automobilistico sudafricano. Vincitore di 10 Gran Premi fu campione del mondo di Formula 1 nel 1979 con la Ferrari.
Nato da genitori lituani di origine ebraica, frequenta il Selborne College in patria prima di trasferirsi in Gran Bretagna nel 1970.
Debutta nel 1972 con una McLaren Ford, disputando solo il GP degli Stati Uniti a Watkins Glen arrivando nono. L'anno seguente disputa altri 5 GP sempre con la McLaren non ottenendo risultati di rilievo, pur facendosi notare spesso nelle prime posizioni. Verrà anzi ricordato per una serie impressionante di incidenti, uno dei quali davvero spaventoso e causato da un suo testa coda al GP di Gran Bretagna, sul circuito di Silverstone, dove vengono coinvolte una dozzina di vetture e che costò la carriera ad Andrea De Adamich.
A seguito di questo incidente, su pressione di Emerson Fittipaldi e Jackie Stewart, la McLaren lo mette fuori squadra fino al GP del Canada dove ha nuovamente un incidente con la Tyrrell di François Cevert che, sceso dall'auto infuriato, minaccia addirittura di aggredirlo.
Dopo il fatale incidente che costò la vita a Cevert, Jody che gá si era accordato con la tyrrel per un posto da seconda guida, si ritrova caposquadra, disputando tutta la stagione.
Arrivano le prime due vittorie in Svezia e Gran Bretagna con altri numerosi piazzamenti in zona punti che gli consentiranno di ottenere il terzo posto finale nella classifica piloti, dopo aver combattuto con Emerson Fittipaldi e Clay Regazzoni fino all'ultima gara di Watkins Glen. Nel 1975 e 1976 è sempre alla Tyrrell dove ottiene altre due vittorie e podi vari. Nel 1977 passa alla Wolf, vettura debuttante in formula 1, ma che si dimostra subito molto competitiva. Il pilota sudafricano lotta per il titolo mondiale con Lauda, ottenendo tre vittorie e numerosi podi, alla fine sarà secondo proprio dietro al ferrarista.
Il 1978 dovrebbe essere l'anno della consacrazione, ma la Wolf non è più competitiva come l'anno precedente e non arriva nessuna vittoria. Nel 1979 passa alla fortissima Ferrari e finalmente si aggiudica il titolo mondiale con tre successi. Il suo rivale più pericoloso è il compagno di squadra Gilles Villeneuve, che però si rivelerà sempre correttissimo nei suoi riguardi, e anzi, in certe occasioni lo aiuterà. Appagto dell'alloro iridato disputa un 1980 al di sotto delle attese e a metà stagione annuncia il suo ritiro dalla massima formula.
Fino ad oggi è l'unico pilota africano ad essersi aggiudicato il titolo mondiale di F1.

Nessun commento:

Posta un commento